Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.

 Fita Logo trasp  logo fita naz
regione veneto  facebook googleplus instagram youtube

MASCHERA D'ORO - Arrivederci al Teatro Olimpico!

Una splendida edizione, la numero 29. Vinta da un'ottima compagnia: l'Accademia "Francesco Campogalliani" di Mantova (con "Il trigamo" di Piero Chiara, per la regia di Maria Grazia Bettini), che ora, grazie al partner Confartigianato Vicenza e al suo Premio "Faber Teatro", vivrà l'emozione di esibirsi, per una sera, sul palcoscenico dell'Olimpico di Vicenza, il teatro coperto più antico del mondo.
Grandi soddisfazioni sono arrivate anche dai "giovani critici" del concorso "La Scuola e il Teatro": oltre sessanta gli studenti delle superiori che hanno deciso di mettersi alla prova con un pezzo giornalistico dedicato a due degli spettacoli del festival.

Leggi tutto

Editoriale

di Mauro Dalla Villa
Presidente regionale Fita Veneto

Sul palco e nella vita
ragazzi protagonisti

Periodo intenso per la nostra attività federativa. Stanno infatti per concludersi le tantissime stagioni di prosa “al chiuso” ed è in grande fermento la programmazione di tutte le manifestazioni estive, che vedranno le nostre compagnie fare teatro sia in spazi tradizionali, sia in situazioni e località che, magari, non hanno ancora sperimentato il piacere di “vivere” uno spettacolo teatrale. Grande impegno, inoltre, per le assemblee in programma, numerose e disseminate in tutta la regione. Mi auguro, tuttavia, che riusciate a trovare un po’ di tempo per sfogliare (metaforicamente) il nostro periodico, che ci presenta anche in questo numero numerosi spunti di riflessione e di successivo approfondimento.

Leggi tutto

Monografie

Un testo da riscoprire

Il nostro Progetto Teatro Veneto ci fa incontrare, questa volta, Giacomo Bonfio, che di Simone Sografi – alle cui “Convenienze teatrali” abbiamo dedicato il numero di febbraio (http://www.fitainforma.it/2016-2/febbraio/52-monografie) – fu grande amico. Di Giacomo Bonfio, della cui vita non si sa poi molto, in realtà, abbiamo scelto “Il viaggio di una donna di spirito”, commedia pubblicata intorno al 1830, che vi proponiamo, come sempre, in verione intergale, nel pratico formato Word e in Pdf.

Leggi tutto

Giovani

Alta formazione Fita

di Alessandra Agosti

Siete giovani, amate il teatro, fate parte di una compagnia F.I.T.A. e vorreste vivere un’esperienza di alta formazione che vi metta alla prova e vi faccia crescere artisticamente e umanamente? La Federazione vi propone una serie di strumenti assolutamente speciali, come Accademia, I.T.A.F. e seminari.

Leggi tutto

Arti sceniche

Costumi e segreti

Che ruolo hanno i costumi in un allestimento teatrale? Come si “vestono” al meglio un testo e l’idea registica attraverso la quale esso viene trasferito sulla scena? Quale rapporto esiste (o dovrebbe esistere) tra il regista, il costumista e gli altri artefici della “forma” scenica di uno spettacolo? In questo servizio, abbiamo voluto raccogliere le opinioni e le esperienze di tre operatori attivi in casa Fita: un regista, Francesco Boschiero della compagnia trevigiana Arte Povera; un giovane costumista, Giovanni Norbiato, che per Arte Povera ha disegnato i costumi del premiatissimo “Le Troiane” di Euripide, diretto proprio da Boschiero; e una costumista (nonché bravissima attrice) di provata esperienza come Kety Mazzi, de La Barcaccia di Verona, che nel corso della sua carriera ha affrontato gli allestimenti più diversi, dal teatro moderno e contemporaneo al repertorio goldoniano.

Leggi tutto

L'intervista

Il teatro di Loredana Cont

Quello di Loredana Cont è un nome noto tra le compagnie amatoriali venete e non solo. Le sue commedie - composte in trentino, ma tradotte nelle più diverse lingue locali, oltre che in tedesco, sloveno e portoghese - sono ingranaggi teatrali scritti con scioltezza e vena brillante.
Nata in Svizzera, ma da anni residente a Rovereto, in provincia di Trento, come autrice Loredana Cont ha composto più di trenta commedie (ad una delle più note, "L'usel del marescial", è stata persino dedicata una tesi di laurea), oltre a diversi atti unici e monologhi dei quali è anche interprete..

Leggi tutto

POLTRONISSIMA