Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.

 Fita Logo trasp  fita logo 70
regione veneto  facebook googleplus instagram youtube

Monografie

Due testi da riscoprire

Il nostro Progetto Teatro Veneto prosegue con due testi speciali, perché firmati da Carlo Goldoni, ma scelti nel vasto repertorio dei suoi circa cinquanta libretti per musica: I bagni d'Abano, musicato da Baldassarre Galuppi e Ferdinando Bertoni nel 1753, e Il talismano, musicato da Antonio Salieri nel 1788. Un Goldoni diverso da quello cui si è abituati, e proprio per questo interessante da scoprire.

Nel nostro viaggio tra i mille sentieri del teatro veneto, curiosiamo un po', questa volta, tra i libretti - una cinquantina - che Carlo Goldoni compose per diversi musicisti italiani e stranieri, sia per opere serie sia, in larghissima maggioranza, per opere buffe. La nostra scelta è caduta su due lavori: "I bagni d'Abano" del 1753, su musiche scritte a quattro mani da Baldassarre Galuppi e Ferdinando Bertoni; e "Il talismano", le cui musiche furono invece composte, nel 1788, da Antonio Salieri, a Vienna.
È indubbio che la penna di Goldoni abbia dato il meglio di sé in altri scritti e non certo in queste operine per il teatro musiciale; ma è altrettanto vero che spesso non mancano, in esse, vivacità di intreccio, bel ritmo nei dialoghi e un certo guizzo nel disegnare personaggi e situazioni.
Goldoni scrisse per diversi musicisti, si diceva. Un rapporto particolarmente stretto lo ebbe con il veneziano Baldassarre Galuppi (1706-1785): del centinaio di melodrammi composti dal musicista, Goldoni ne firmò una ventina, dalla mediocre opera seria "Gustavo I" alle ben più fortunate opere buffe, tra le quali si possono ricordare, oltre a "I bagni d'Abano", "L'Arcadia in Brenta", "Il filosofo di campagna", "L'Arcifanfano re dei matti" o "Il mondo della Luna". Più volte scrisse anche per l'austriaco Floriano Leopold Gassmann (1729-1774), allievo di Salieri, e per il snapoletano Domenico Fischietti (1725-1810). revisionò, inoltre, la "Griselda", scritta da Apostolo Zeno per Antonio Vivaldi e andata in scena nel 1735.

A vostra disposizione i testi dei libretti

IL LIBRETTO COMPLETO DE I BAGNI D'ABANO (versione Doc) -  I BAGNI D'ABANO (versione Pdf)

IL LIBRETTO COMPLETO DE IL TALISMANO (versione Doc) -  IL TALISMANO (versione Pdf)

FITAINFORMA ringrazia Silvia Bagnara Milan per l'accurata e paziente revisione grafica del testo.

Stampa Email